Menu
Cerca

Roboable

Roboable

02/05/2017 - Articoli, Notizie

The rise of autism. Articolo dell'Economist. Parte III

The rise of autism. Articolo dell'Economist. Parte III

Quali sono le prospettive lavorative di una persona autistica? E quali sono le eccellenze di queste persone?

Le persone non autistiche molto spesso esagerano le loro abilità durante le interviste mentre le persone autistiche trendono a non farlo mai. Kurt Schöffer, un consulente tedesco che si occupa di assunzioni nel mondo dell'autismo, ha recentemente parlato con un candidato che sapeva perfettamente di essere un brillante programmatore Java. Nonostante questo, quando gli è stato domandato se fosse un programmatore esperto ha risposto negativamente. Solo quando è stato incalzato ha risposto che non si considerava un programmatore esperto perchè non aveva piena padronanza degli altri linguaggi informatici.

Una persona autistica che viene assunta tramite un colloquio affronta poi molti altri problemi una volta al lavoro. Infatti queste persone possono essere ipersensibili alla vita quotidiana degli uffici: telefoni e luci possono disturbarli o esaurirli e inoltre potrebbero essere ingannati da istruzioni poco dettagliate e infini anche la socializzazione può risultare complessa.

Tuttavia alcuni trovano un modo per affrontare la situazione. La Sig.ra Williams, per esempio, lavorava in un negozio di abbigliamento e ricorda i problemi nel trattare con i clienti. Dopo aver letto alcuni libri sulla sindrome di Asperger ha iniziato a chiedere dei consigli sui comportamenti: "Ho imparato che sorridere e salutare sono segni inequivocabili di amicizia" - racconta all'Economist. Prima avrebbe abbassato lo sguardo e sarebbe rimasta in silenzio perchè la gente non le piaceva.

Nonostante questi inconvenenti i datori di lavoro che assumono dipendenti autistici in genere sono contenti di averlo fatto. Molte di queste persone hanno dei punti di forza che li rendono perfetti per alcuni posti di lavoro inoltre queste persone sono insolitamente brava a concentrarsi. Quando al Signor Schindler  gli viene chiesto cosa gli piace di più del suo lavoro lui risponde: "Risolvere i problemi di ingegneria del software." E il suo hobby preferito? "Risolvere i problemi di ingegneria del software."

Le persone autistiche in genere provano piacere a svolgere attività ripetitive che per altri possono risultare noiose come l'aggiornamento dei database e l'organizzazione dei sistemi di archiviazione. Inoltre i datori di lavoro riferiscono che le persone autistiche in genere sono lavoratori fedeli e affidabili. Una volta trovato un lavoro che si adatta alle proprie esigenze è raro che un autistico decida di smettere. 

Trovare un occupazione inizia ad essere più facile per persone con lo spettro del disturbo autistico. Infatti un numero crescente di imprese e organizzazioni cerca persone autistiche con grande intelligenza. Una società danese, operante in diversi paesi europei, offre formazione e aiuto per la ricerche di lavoro mentre Kaien in Giappone, AQA in Israele e Passwerk in Belgio offrono consulenti autistici a clienti che necessitano di testare i software.  Siemens, che ha assunto due persone dall'Auticon per sviluppare e implementare alcuni sistemi di test software, ha affermato che questi persone hanno elaborato circa il 50% di test in più rispetto ad altri consulenti.

I vantaggi delle aziende di assumere persone autistiche con competenze tecniche rare sono evidenti mentre per gli adulti autistici privi di tali abilità è più complesso trovare lavoro tuttavia la Steve Pemberton of Walgreen's, una compagnia di farmacie americane, punto di assunzione per molte persone con disabilità, comunica che i dipendenti autistici lavorano e producono esattamente come gli altri lavoratori. 

I lavoratori autistici hanno delle potenzialità in molti campi. L'esercito israeliano ad esempio utilizza volontari autistici per interpretare alcune tipologie di immagini complesse mentre l'azienda di cosmetici francese L'oreal ha assunto dei dipendenti autistici per confezionare alcuni prodotti e aggiornare i database. Il numero di programmi per aiutare le persone autistiche a trovare lavoro sta crescendo rapidamente. Autism Speak ha recentemente introdotto un database di posti di lavoro che consente alle persone autistiche di cercare migliaia di opportunità in tutti gli Stati Uniti. 

Articolo pubblicato il 16-04-2016 dall'Economist, tradotto e commentato da Gianluca Pedemonte

tags:

Autismo, Scienza&Società